News

La blockchain spiegata bene. Ecco la nuova tecnologia informatica che potrebbe essere dirompente quanto internet


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.blockchainassociation.it/home/wp-content/plugins/page-links-single-page-option/addons/scrolling-pagination/scrolling-pagination-functions.php on line 47

Dai “castelli” pieni di milionari in bitcoin alla febbre delle prime transazioni ICO in moneta digitale è difficile non accorgersi della frenesia che circola su chi sta costruendo le proprie fortune nel nuovo mondo delle criptovalute. Dietro queste nuove monete c’è una tecnologia chiamata blockchain (catena a blocchi), che alcuni ritengono possa riscrivere dalla fondamenta il modo in cui gestire le transazioni sul web.

Tenendo presente che alcuni analisti di UBS stimano dai 300 ai 400 miliardi di dollari il volume creato dalle blockchain entro il 2027 è chiaro come, indipendentemente da cosa accadrà a proposito di un’eventuale bolla dei bitcoin, la tecnologia delle blockchain non è destinata a scomparire.

Leggi anche: I trader si scatenano sul Bitcoin, ma la vera fortuna è nella Blockchain

% | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % Single Page

The Coco Framework

Microsoft has decided to support the Ethereum Blockchain by launching its own new framework called the Confidential Consortium (COCO) Framework. The framework is based on the Ethereum protocol and will allow large companies and organizations to operate on the Ethereum Blockchain. link in the comments

 

#8 – The top 10 cryptos to buy for 2018


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.blockchainassociation.it/home/wp-content/plugins/page-links-single-page-option/addons/scrolling-pagination/scrolling-pagination-functions.php on line 47

1 – Rai Blocks(XRB) — In its simplicity, it currently works beautifully. If it can continue to scale with no fees and maintain the quick tx times, it WILL be a top 5-10 market cap coin by end of year. This is the new litecoin/DASH/original Bitcoin spiritual successor. Very few things have seen the growth that XRB has this year. The only things holding it back are some questions on security, and the need for idiot-proof mobile wallets with good UI for widespread use and adoption.

2 – Ethereum(ETH) — A strong foundation in place for dApps. With the influx of money, dApps are likely to continue to grow in 2018. Ether also is quickly becoming the preferred all-purpose crypto for exchange sites. They are also the current platform for many popular erc20 tokens going into 2018 such as REQ. Even if other dApp platforms take off, ETH looks like a strong contender to try and remain decentralized and innovative with its approaches to the technology.

3 – Stellar Lumens (XLM) — When people realize this is essentially a slightly more decentralized version of ripple with half the circulating supply and an IBM backing, it will take off. Huge focus on micropayments and quick tx times.

% | % | % | % Single Page

La Russia pensa di creare un criptorublo per aggirare le sanzioni internazionali


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.blockchainassociation.it/home/wp-content/plugins/page-links-single-page-option/addons/scrolling-pagination/scrolling-pagination-functions.php on line 47

Una moneta digitale, sulla base della tecnologia Blockchain. Non è un segreto che Putin ultimamente abbia incontrato spesso Buterin, il fondatore di Ethereum. La secondo criptomoneta al mondo

La Russia starebbe pensando a un “criptorublo”: una moneta elettronica da utilizzare per effettuare scambi commerciali internazionali aggirando le sanzioni imposte a Mosca. Lo riporta il Financial Times citando un intervento di Sergei Glazev, consigliere economico del presidente Vladimir Putin. Il criptorublo, cioè una valuta nazionale che utilizzi la blockchain, ha detto l’economista, sarebbe “uno strumento che si addice molto bene alle attività sensibili effettuate per conto dello Stato. Potremmo saldare conti con le nostre controparti in tutto il mondo senza alcun riguardo per le sanzioni”.

Glazev non ha svelato particolari sul piano che, come sottolinea anche il Financial Times, non sembra di immediata applicazione. Il consigliere di Putin ha solo affermato che la moneta virtuale potrebbe essere “lo stesso rublo”, scambiato su blockchain e la cui circolazione “sarebbe in qualche modo ristretta”. Cioè regolamentata, in modo da consentire al Cremlino di tracciare gli scambi.

% | % Single Page

BlockChain: Cosa è e cosa non è


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.blockchainassociation.it/home/wp-content/plugins/page-links-single-page-option/addons/scrolling-pagination/scrolling-pagination-functions.php on line 47

Di Bitcoin e Blockchain s’è parlato tanto, forse troppo – e forse non nel modo più opportuno. Oggi, tra apologeti e detrattori, l’hype monta pericolosamente. Quella che era ed è tuttora una tecnologia complessa e difficile da comprendere, si è trasformata in una moda, un brand, una paroletta magica facile da pronunciare e per questo sulla bocca di tutti, anche e soprattutto di chi, in realtà, ne sa poco o nulla. Perché per capire fino in fondo Bitcoin non basta essere esperti di informatica. Bisogna saperne di coding, crittografia, teoria monetaria, teoria dei giochi. Come per tutte le cose belle e difficili, è necessario un approccio multidisciplinare.

“Non aver avuto una strategia per internet nel 1995 equivale a non avere una strategia per il bitcoin ora» (Moe Levin, BitBay Europe)”

“Il bitcoin è una notevole conquista crittografica e la capacità di creare qualcosa che non è duplicabile nel mondo digitale ha un valore enorme» (Eric Schmidt, ex CEO di Google)”

% | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % | % Single Page